Area Cyberbullismo

BULLISMO-CYBERBULLISMO

Bullismo e cyberbullismo sono fenomeni globali e nazionali che interessano una fascia d’età che va dai 7 anni fino al periodo dell’adolescenza. Studi recenti hanno dimostrato sia l’aumento dei fenomeni nell’età compresa tra i 10 e i 12 anni sia il persistere dei suddetti fenomeni in età adolescenziale. Inoltre, le giovani generazioni spesso fanno un uso non consapevole della “rete”, esponendosi a situazioni problematiche che non sono in grado di evitare e gestire. 

Il bullismo è una forma di prevaricazione e di oppressione reiterata nel tempo, perpetrata da una persona o da un gruppo di persone nei confronti di un’altra percepita come più debole. Si tratta di una forma di violenza con caratteristiche spazio temporali ben definite e che può avere conseguenze molto gravi. 

Il cyberbullismo è di fatto la manifestazione in rete di un fenomeno più ampio del precedente, è caratterizzato da azioni violente e intimidatorie esercitate da un bullo, o un gruppo di bulli, su una vittima, fa uso smodato ed ininterrotto di tecnologie digitali. Può essere paragonato ad una forma di prepotenza virtuale che non ha più confini spazio-temporali, con un pubblico potenzialmente enorme e il bullo protetto dall’anonimato. Le conseguenze possono essere molto gravi. 

Per quanto suddetto, si ritiene determinante: instaurare con gli alunni un rapporto di fiducia basato sul dialogo; far conoscere i fenomeni su descritti, promuovendo la cultura della solidarietà; far conoscere come è possibile aiutare bulli e vittime ad uscire dal vortice della sofferenza interiore.

Inoltre, si sente il bisogno di munire la scuola di un protocollo per una gestione solerte ed efficace dei fenomeni suddetti, rispettando quanto previsto dalla legge n. 71 del maggio 2017.

Si prevede di seguire le indicazioni proposte dal MIUR tramite la piattaforma ELISA, adottando il protocollo d’azione proposto dal Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell’università d Firenze.

PIANO D’AZIONE

Prevenzione

Tutta la popolazione scolastica è coinvolta nell’azione di prevenzione del Bullismo e Cyberbullismo.

Chiunque sia a conoscenza del verificarsi dei suddetti fenomeni in classe o in rete, chiunque abbia assistito ad atti di bullismo o li abbia subiti, può segnalarlo ad uno dei docenti del Consiglio della classe frequentata dalla/e “vittima/e”. I docenti potranno decidere autonomamente o con l’aiuto del Team, la tipologia di intervento.

Ad ogni intervento seguirà un’azione di monitoraggio utile a verificare l’efficacia dell’azione di aiuto messa in atto o ad evidenziare difficoltà o reiterazione degli atti di bullismo. 

Azione educativa

Le classi prime: parteciperanno ad un incontro con la Polizia Postale e a tre incontri con la psicologa/psico-terapeuta; saranno invitate a partecipare ad uno spettacolo caratterizzato dall’interazione tra attori e spettatori per affrontare il tema del bullismo verbale.

DOCUMENTI E MODULI

Area Cyber-Bullismo sezione Documenti Utili, gli interessati potranno trovare i moduli da compilare e le simulazioni utili a identificare la tipologia di intervento.

TEAM

Il team è costituito dalla referente per i Bullismo-Cyberbullismo prof.ssa Tiziana Mariano e da due docenti del gruppo GLI.